Cento Trecento

Denominazione moderna(2015): Via Centrotrecento.

Guidicini.
Cento Trecento è la strada che comincia nel Borgo della Paglia in faccia la strada del Guasto, e termina nel Borgo di S. Marino.
La sua lunghezza è di pertiche 58, 06, e la sua superficie di pertiche 92, 39, 3.
Si racconta che Cento di Filippo Trecenti, morto per la peste del 1383, aveva casa in questa contrada, la quale toglieva la comunicazione col Borgo della Paglia. Tolto questo impedimento, in progresso di tempo la strada prese il nome e cognome del proprietario della casa atterrata. Chi ci ha tramandato il racconto dimenticò di dire in qual anno si aprisse questa comunicazione, della quale se ne è data la storiella che deve ritenersi come favolosa, non trovandosi che Cento sia stato usato come nome da alcun bolognese, e che il cognome Trecento abbia mai esistito in alcuna delle nostre famiglie.
Da una sentenza di Gherardo, Vicario Generale di Schiatta, Vescovo di Bologna, riportata da un rogito di Giovannino notaro, delli 2 maggio 1298, viene ricordato il Borgo delle Cento Trasende, che a buon dritto si giudica essersi poi corrottamente detto Cento Trecento.
Un rogito di Filippo Formaglini delli 24 gennaio 1430 nomina cento Traxende, altro Cento Trasiende. Sabadino degli Arienti, li 25 gennaio 1487, la nomina Cento Trascendi, e Antonio Boccacani, sotto la data delli 29 novembre 1496, la dice "Le Cento Traxende" e del 1605 nelle Cento Trecento. Sull' etimologia del nome di questa 'strada non si è trovato nulla di più positivo.



Cento Trecento a destra entrandovi per il Borgo della Paglia.



Cento Trecento a sinistra entrandovi per il Borgo della Paglia.






(*) Breventani: "si rinuncia a qualsiasi tentativo di correggere gli errori nel latino e nelle citazioni di quest'Appendice".