Zamboni (Via)

Via Zamboni.
Quartiere San Vitale.
Prima documentazione dell'odonimo: 1867.
Dedicata a Luigi Zamboni.

L'antico nome di questa via era Strada San Donato, testimoniato già in un documento del 16 novembre 1068 (stratha sancti Donati, vedi Fanti, II, 820), odonimo poi confermato negli estimi del 1296/97.
Del censimento per la gabella del sale del 1395 compare la voce Strà Sam Donà, estremamente simile a come, fino a poco tempo fa, i bolognesi chiamavano la nostra via utilizzando la lingua bolognese: Stràsandunè.
Sull'utilizzo di Strada, come denominazione urbanistica generica, si veda quanto scritto sotto Strada Maggiore.
La via rimase sempre Strada San Donato fino al 1867, quando una delibera consiliare del 12 giugno di quell'anno, ne mutò il nome in via Zamboni.
Il San Donato che diede il nome alla via è quello a cui è dedicata la chiesa che si trova al numero 10.
Il piazzaletto davanti alla chiesa fu chiamato Piazzola di Mangioli (Zanti) dal palazzo dei Manzoli che è al numero 16, Piazzola d'San Dunà dal Banchieri, Piazzola de Manzoli o di San Donato sal Salaroli e piazzetta di San Donato dal Guidicini. Ora fa parte di via Zamboni.


Fonti citate in questo articolo.
ZantiNomi, et cognomi di tutte le strade, contrade, et borghi di Bologna, di Giovanni Zanti  pubblicato nel 1583.
BanchieriOrigine Delle Porte, Strade, Borghi Contrade, Vie, Viazzoli, Piazzole, Salicate, Piazze, e Trebbi dell'Illustrissima Città di Bologna con i loro Nomi, Pronomi, e Cognomi, di Camillo Scaligeri della Fratta (pseudonimo di Adriano Banchieri), pubblicato da Clemente Ferroni nel 1635.
SalaroliOrigine di tutte le strade sotterranei e luoghi riguardevoli della città di Bologna di Ciro Lasarolla (Pseudonimo di Carlo Salaroli), pubblicato nel 1743.
GuidiciniCose Notabili della Città di Bologna ossia Storia Cronologica de' suoi stabili sacri, pubblici e privati, di Giuseppe Guidicini (scritto prima del 1837, ma pubblicato nel 1868).
Censimento per la gabella del Sale: Documenti su la Popolazione di Bologna alla fine del Trecento, di Paolo Montanari, pubblicato dall'Istituto per la Storia di Bologna nel 1966 (contiene il Censimento preparatorio per l'applicazione della Gabella del Sale, effettuato nell'aprile del 1395, Archivio  di Stato di Bologna, Archivio del Comune di Bologna, Riformagioni e Provvisioni, Secoli XIV-XV, Censimenti).
Estimi 1296/97Atlante Storico delle città italiane. Emilia Romagna, 2 Bologna. A cura di Francesca Bocchi, pubblicato da Grafis, Bologna, 1995,1998 (contiene gli Estimi 1296/1297)
Fanti: Le Vie di Bologna. Saggio di Toponomastica Storica, di Mario FantiIstituto per la Storia di Bologna, 2000.