Agamennone Zappoli (Via)

Via Agamennone Zappoli.
Quartiere San Vitale.
Prima documentazione dell'odonimo: 1949.

Questa via era nota come Borgo di Sant'Andrea.
Lo Zanti la chiamò semplicemente Borghetto di Sant'Andrea, ma aggiunse che prima di prendere questo nome si chiamava Campo Magno.
L'Alidosi usò la forma Borgo di S. Andrea del Mercato,
Per il Banchieri questo era il Burghett dal Mercà.
Tutti gli altri autori furono concordi del chiamare questa via Borghetto di Sant'Andrea, con poche eccezioni: il Salaroli completò il nome con Borghetto di Sant'Andrea del Mercato, mentre il Guidicini (I, 59) aggiunse che era nota anche come Via delle Forche.

Con la riforma toponomastica del 1873/78, come al solito, venne soppressa la denominazione urbanistica generica Borghetto e rimase Via di Sant'Andrea. Nel 1949 l'ultimo cambio di nome per diventare via Agamennone Zappoli (delib. cons. 16 aprile 1949).

La chiesa di Sant'Andrea del Mercato (con annesso oratorio dell'omonima compagnia spirituale), che esisteva all'angolo con via Venturini, diede il nome all'antico Borghetto.
Il Campo Magno coincideva con il Campo del Mercato (o, secondo alcuni ne era parte). Quanto dice lo Zanti (vedi sopra) significa che prima della costruzione della chiesa di Sant'Andrea (metà del XVI secolo) la via era compresa nell'area del Campo del Mercato.
Per quanto riguarda Via delle Forche, citata dal solo Guidicini, è abbastanza naturale, per quanto manchino prove documentarie, associare questo nome alle condanne capitali spesso eseguite nel Campo del Mercato.


Fonti citate in questo articolo.
ZantiNomi, et cognomi di tutte le strade, contrade, et borghi di Bologna, di Giovanni Zanti  pubblicato nel 1583.
AlidosiNomi delle strade, vie, borghi, et vicoli, che sono nella città di Bologna, di Giovanni Niccolò Pasquali Alidosi, pubblicato nel 1624).
BanchieriOrigine Delle Porte, Strade, Borghi Contrade, Vie, Viazzoli, Piazzole, Salicate, Piazze, e Trebbi dell'Illustrissima Città di Bologna con i loro Nomi, Pronomi, e Cognomi, di Camillo Scaligeri della Fratta (pseudonimo di Adriano Banchieri), pubblicato da Clemente Ferroni nel 1635.
SalaroliOrigine di tutte le strade sotterranei e luoghi riguardevoli della città di Bologna di Ciro Lasarolla (Pseudonimo di Carlo Salaroli), pubblicato nel 1743.
GuidiciniCose Notabili della Città di Bologna ossia Storia Cronologica de' suoi stabili sacri, pubblici e privati, di Giuseppe Guidicini (scritto prima del 1837, ma pubblicato nel 1868).