Ponte della Carità

Il Ponte della Carità permette il passaggio di via San felice sul Canale di Reno (oggi coperto).

Cartigli
Superato l’opificio della Grada, il canale proseguiva, scoperto, fino a via San Felice, che oltrepassava scorrendo sotto il ponte della Carità. Nel 1289 l’antico ponte di legno, distrutto dall’impeto delle acque, venne sostituito con un manufatto di mattoni. Prima della copertura del canale, a metà del Novecento, la riva sinistra del tratto lungo via della Grada era fornita di lavatoi pubblici.
Indirizzo:
Via San Felice, 68

https://lh3.googleusercontent.com/-L3F8KWZ-VGs/VkYpIL0ALbI/AAAAAAAA6JY/SbmFHuaVYMc/s1600-Ic42/XA.jpg


La via sulla destra è via della Grada nel punto in cui arriva al ponte della Carità. Al centro la chiesa (demolita) di San Sebastiano, della compagnia della Carità. Questa chiesa era contigua a Santa Maria della Carità.
Dall'altra parte del canale, ben visibile l'edificio dei bagni pubblici.