31 - Cenni Storici su vari Collegi esistenti in Bologna

Collegio di Spagna

S. Clemente: Chiesa nel recinto di detto Collegio posto in Saragozza sotto la parrocchia delle Muratelle. Fu instituito dal cardinal Egidio Albornozio per suo testamento fatto in Ancona il 20 settembre 1364. Fu fabbricato sopra al cune case dei Delfini e fu aperto il 6 marzo 1365 per 30 scuolari Spagnuoli, che dovevano starvici anni 8. Protettore del Collegio era il decano dei cardinali Spagnuoli, e mancando questi, quello del titolo di S. Sabina. Era governato dal Rettore, che veniva eletto nelle Calende di Maggio.


Collegio degli Ardenti

Detta già Accademia. — Era posto nella via del Porto delle Navi dove si instruivano giovani nobili nazionali, e forestieri. Fu instituito nel 1558 dal Senatore Camillo Paleotti in una sua casa, nella via dei Vinazzi. Nel 1560 fu trasferito in una casa dei Bonfigli, e del 1586 in un casamento più capace dei Torfanini, non lungi dal Porto Naviglio. L' instruzione era affidata ai PP. Somaschi, e il governo a 12 gentiluomini chiamati presidenti; uno dei quali ogni mese era fatto priore. Fu soppresso nel 1733.


Collegio Gregoriano

Sotto la parrocchia di S. Agata instituito l'anno 1326 per testamento di Guglielmo da Brescia arcidiacono di Bologna, per istruzione dei giovani poveri in Filosofia, Jus e Medicina. Nel 1371 Gregorio XI comprò per 4000 fiorini un palazzo dei Pepoli per erigervi il predetto Collegio. Nel 1408 fu soppresso dal cardinale Baldassarre Cossa, mentre era Legato di Bologna, e perché non restasse memoria del suddetto Pontefice. Nel 1452 il locale fu concesso ai Domenicani, i quali nel 1474 lo vendettero ai Marchesi e Conti Pepoli.


Collegio Ancarano

Sotto la parrocchia di S. Andrea degli Ansaldi eravi questo Collegio fondato nel 1414 da Pietro di Gio. Cola di Ancarano dottore di legge, sotto la protezione del Duca di Parma instituito a comodo de' giovani Parmeggiani. Fu instituito nella casa del fondatore in Val d'Aposa da S. Paolo, dove è ora la porta di dietro del palazzo e. giardino dei Campeggi. Del 1532 fu trasportato nel Borgo della Paglia in un casamento che era dei Morandi. Vi stavano dieci scuolari. Nel 1710 fu trasferito da S. Andrea degli Ansaldi in un casamento dei Zanchini. L'altro nel Borgo delia Paglia fu venduto ai gesuiti per Lire 18000, servendosene questi per far gli esercizii ai preti secolari, i quali vi stavano dieci giorni incompleti e pagavano per cibaria e dormire Lire 12 mensili. Veniva chiamato quel locale Osteria Spirituale dei frati gesuiti.


Collegio Fiesco

Sotto la parrocchia di S. Lorenzo nella Via del Pradello instituito per la propria famiglia da Lorenzo Fieschi governatore di Bologna nel 1508.


Collegio Vives

Instituito da Andrea Vives d'Alcanizzo dottor di medicina li 6 agosto 1528 ed aperto nel 1538 in una casa comprata dai Lini di S. Martino. Passò poi vicino a S. Paolo e del 1657 fu trasportato nel Pradello. Era governato dal Gonfaloniere, decano e sottodecano del Senato. Fu soppresso.


Collegio di S. Tommaso d'Aquino.

Sotto la parrocchia di S. Marino fu instituito nel 1657 da Don Girolamo Canuti nella piazza dei Calderini sotto la protezione del Priore dei Domenicani dov'erano ammaestrati giovani cittadini nazionali , e forestieri che pagavano Lire 35 per mese. Nel 1671 li 8 maggio fu trasferito nel monastero di S. Colombano, dove ora sono i Lucchesi. Nel 1697 passò nella Via dei Gombruti, dove nel 1684 fu estinto.


Collegio degli Ungheri

Sotto la parrocchia della Maddalena in via Cento Trecento, fu instituito da Monsignor Paolo Sondi di Zagabria, vescovo di Rosanna. Gli alunni dovevano essere o gentiluomini ungaresi , o canonici di Zagabria. Era sorvegliato dall'arcivescovo di Bologna.


Collegio Ferrerio

Sotto la Mascarella in Borgo Marino detto Collegio della Viola fu instituito nel 1541 dal cardinal Bonifacio Ferrerio Vercellense Legato di Bologna, per la nazione piemontese. Fino al 1670 fu governato dai Collegiali,  poi da dei Rettori.


Collegio dei Poeti

Sotto la parrocchia di San Giovanni in Monte sull'angolo di Fregatette fondato dal capitano Teodosio Poeti nel suo testamento fatto in Roma li 15 giugno 1549, il quale mori poi di 32 anni li 26 decembre 1551 s'incominciò il Collegio nel 1552 nella casa del fondatore che confinava colla chiesa di S. Andrea degli Ansaldi venduta poi per L. 20400 a Gio. e Carlo Malvezzi, poi passò ai Zanchini , indi divenne Collegio Ancarano. Nel 1592 passò da S. Gio. in Monte in una casa venduta da D. Antonio Magli per Lire 9090. Fu instituito sotto il governo della famiglia Poeti, Guidotti, Albergati, Sampieri, e dal Lino. Era però il Collegiale più Anziano che sorvegliava l' interno , e durò fino al 1673. Dopo vi fu messo un prete col titolo d'Economo.


Collegio Dosio

Presso S. Martino della Croce dei Santi , fu instituito dal dottor Alfonso Delfini Dosi, che mori li 21 gennaio 1619. Fu aperto in una casa venduta da Filippo Fasanini per Lire 14800 il primo marzo 1624. Nel 1736 fu soppresso ed unito al Seminario. Serviva per i soli cittadini Bolognesi.


Seminario

Rimpetto alla Metropolitana instituito dal cardinale Gabriele Paleotto. li 27 giugno 1568 vi entrarono 32 giovani , compresi sei sopranumeri. Stavano vicini ai gesuiti in Strada Castiglione nella casa del famoso dottor Antonio da Budrio, dov'è ora la chiesa di S. Lucia. Erano istruiti dai gesuiti. Del 1597 andarono dove erano le carceri del vescovato; e nel 1630 dal cardinale Colonna furono traslocali dove trovansi oggidì. La sudd. casa in Strada Castiglione fu nel 1599 venduta ad Ercole Vizzani, nel 1618 ad Ercole Locatelli, e del 1622 ai gesuiti per fabbricarvi la loro chiesa. Il Seminario nel 1735 fu rifabbricato di nuovo con architettura di Alfonso Torregiani , ed ampliato nel 1748 unendogli il casamento con Torrazzo dei Conti Scala. La direzione era affidata a un Rettore Barnabita.


Cottegio Montalto

Fu instituito nel 1581 da Sisto V, e la fabbrica del Collegio s' incominciò il 26 gennaio 1587. Fu aperto il :5 novembre 1588 per 40 scuolari Marchiani, i quali vi stavano sette anni, erano mantenuti, ed avevano uno scudo al mese, e quando s'addottoravano L. 100. Nel 1615 fu atterrala la vecchia chiesa e rifatta la nuova da Bonifacio Socchi architetto, aiutato dal suo maestro Floriano Ambrosini. Aveva un economo.


Collegio dei Nobiti

In Cartoleria Vecchia sotto S. Giovanni in Monte detto di S. Xaverio dei Nobili inslituito dai gesuiti nel 1598, ma non aveva casa stabile. Nel 1634 il 4 ottobre andarono in una casa sull'angolo della Via detta Campo di S. Lucia loro lasciata da D. Giovanni Morelli. Nel 1645 sostarono in Cartoleria Vecchia in una casa comprata dal Conte Carlo Zani per L. 20,000, o dal conte Paolo Forni dal Giglio Modenese, come da Rog. 17 luglio 1643. Serviva per nazionali e forestieri pagando Lire  36. 10 al mese.


Collegio Pannolini

Sottò la parrocchia di S. Donato vicino al palazzo Magnani. Ebbe principio il 30 novembre 1617 per lestamente di Francesco Pannolini nell'agosto 1585. Fu dato principio a detto Collegio nell'Ospitale dei Bastardini con 10 putti. Nel 1619 venne nella casa del fondatore con 20 putti d'anni 8 circa, cioè 10 bastardini , 5 di S. Bartolomeo di Reno, e 5 della Maddalena e dovevano starvi anni 16, e poi addottorati anche due altri mesi. Nel 1736 fu estinto ed unito al Seminario.


Collegio Cataidi

Fu instituito il 10 febbraio 1626 nel Begato per 4 giovani studenti di matematica. Ne fu fondatore Pietro Antonio Cataldi celebre professore di matematica. Fu poi soppresso.


Collegio dei Lucchesi

Sotto S. Sebastiano fu instituito dal dottor Agostino Sinibaldi, nobile Lucchese. Fu aperto li 17 ottobre 1681 nel convento di S. Colombano venduto dai frati del Ben morire per L. 18750. Serviva per 10 giovani d'età non minore d'anni 18 per starvi anni 5. Otto erano nominati dalla Repubblica e questi pagavano scudi 50 al loro entrarvici. I due nominati dagli eredi erano esenti da questa quota. Avevano un Rettore.


Collegio di S. Luigi

In Cartoleria Vecchia sul cantone della Via dei Chiari e fu fondato nel 1645 dal conte Carlo Zani, sotto il nome di S. Carlo. Serviva per cittadini e forestieri che pagavano Lire 27. 10 il mese. Era retto dai Gesuiti.


Collegio Reggiano

Instituito nel 1368 da Guido Ferrari da Bagnolo medico. Il medesimo era sotto la parrocchia di S. Vito, e Modesto dei Lambertini, nel principio delle Chiavature.


Collegio dei Penitenzieri

Da S. Pietro.


Collegio dei Fiamminghi

Sotto S. Biagio fu instituito da Gio. Giacobs Fiammingo orefice. Era prima nella casa del fondatore, poi da S. Barbaziano in luogo da esso comprato per Lire 18500 li 10 maggio 1659 , poi nel 1680 passò in Cartoleria Nuova in una casa venduta per Lire 16500 dai fratelli de' Baruti il 3 ottobre 1679. Avevano un Rettore.


Collegio dei Dottori

Fu instituito in Altabella annesso all'Arcivescovato.


Collegio Comelli

In Strada Maggiore fu instituito dall'avvocato Domenico Comelli con dote di Lire 120000. Si aprì nel 1665 nel locale presente e fu acquistato per italiane L. 16000 e venduto dai nobili fratelli Azzolini. I studenti erano cinque e potevano starvi 5 anni. Avevano la stessa regola del Collegio dei Fiamenghi.