16 - Diversi casi avvenuti in Bologna in diverse epoche

1141. In detto anno Bologna ebbe il primo Podestà che fu Guido da Sasso.
1172. Fu cominciato il Palazzo del Podestà.
1173. Fu ucciso Don Alberto Griffoni mentre diceva messa in S. Margherita. Gli autori di tal delitto furono tosto guistiziati.
1180. Fu fatta la Chiesa di S. Maria Maggiore in Galliera.
1200. Fu ucciso Bulgaro de' Bulgari da un notaio detto Azzone (che fu preso e decollato) e sepolto in S. Gervasio e Protasio.
1210. Li 4 luglio cominciò un incendio vicino a S. Bartolomeo di Porta, ed abbrucciarono tutte le case di Strada Maggiore, di Strada S. Vitale, di S. Donato, e della Via di Mezzo fino a S. Martino. In quest'occasione si trovo il modo di cuocere il gesso. Le case erano sostenute da colonne di legno poggiate sopra pezzi di gesso, nel quale gettandovi acqua, si vide che faceva una presa meravigliosa. S'incominciò quindi a cuocerlo, e a servirsene nelle fabbriche.
1213. Ebbero principio le cantine sotterranee , e la prima fu fatta nella Seliciata di Strada Maggiore da Zaccaria Leonardi, la seconda nella via delle Tuate, che è quella che dal Borgo della Paglia va al Mercato.
1246. Si fabbricò il Castello di Scaricalasino con Forte, o Rocca.
1257. Fu fatto il Ponte di Reno d'archi 21, lungo P. 870 e largo P. 13. Nel medesimo anno furono demolite cinque antiche Porte chiamate Serragli, che chiudevano i Borghi, e furono quelle di Strada Maggiore, di Strada S. Stefano, di Strada S. Donato, di Porta Stiera, e di Galliera.
1261. Li 3 novembre morì la Dottoressa Bettisia Gozzadini. Prese laurea d'anni 21, e lesse agli scolari per 22 anni.
1284. Fu ristaurato il Ponte di Casalecchio già fatto con architettura di Alessandro Viviani. Il grano costava 8 soldi la corba, e il vino 15 soldi. Rolandino Passeggeri instituì l'arte de' Notari, ma tutti del partito dei Geremei.
1285. Si fabbricava la Chiesa di S. Giacomo.
1287. Si cominciarono le cloache di pietra.
1289. Si fabbricò il Ponte sul Naviglio, che è quello che serve per l'avesa fra il Borgo S. Pietro, e che continua fino al Canale di Reno. Fu pure fatto il Ponte della Carità che prima era di legno.
1293. Il grano valeva 5 soldi la corba, e il vino 6. La legna grossa soldi 9 il carro, i fasci 4. Il gesso soldi 1 la corba, e così la calcina. Un carro della stessa con portatura e condotta Soldi 3. Un carro di pietre Soldi 7.
1313. Abbruciò l'Archivio del Comune.
1321. Il 1 Agosto fu eletto il primo Gonfaloniere, che fu Guido Pasquali, che stette in carica un mese soltanto.
1542. Fu tolta la guardia di Palazzo, che era tedesca, e vi fu sostituita quella degli Svizzeri.
1575. Si cominciò la fabbrica della Gabella Nuova di faccia al Torrazzo delle prigioni.
1602. Li 23 dicembre morì il Senatore Cornelio Lambertini di S. Michele del Mercato di Mezzo sepolto nella Nunziata, ed abitava nel suo palazzo negli Orefici, poi dei Montecucoli.
1603. Mori Matteo Luppari ultimo del suo ramo, che abitava nella via del Luzzo. Nello stesso anno li 18 maggio fu ucciso in Borgo Nuovo Gio. M. dei Luzzi, e sepolto in S. M. della Carità. Il 1 giugno fu sepolto nella Chiesa stessa Giasone Picinini trovato morto nel Canale di Reno.
1607. Li 29 marzo fu ucciso Girolamo Pesta scolaro Cremonese, e sepolto nella Misericordia.
1608. Li 17 dicembre morì sotto la Parrocchia della Ceriola Cesare Scudieri Corettore dei Notari d'anni 80, e sepolto nel sagrato di S. Domenico.
1609. Fu anno stravagantissimo, nel quale caddero grandini di enormi grossezze. Li 28 gennaio morì il sig. Lepido Zambeccari nato in Solmona figlio del Vescovo di quella città Monsignor Pompeo Zambeccari, e di una Monaca professa di casa Malvezzi.
1610. Li 7 settembre il sig. Ermete di Gio. Bargellini acquistò da Stefano e fratelli Desideri diverse case rimpetto a S. Tommaso di Strada Maggiore, e colla demolizione di queste e di altre case incominciò la sontuosa fabbrica del palazzo oggidì esistente, che fu condotto a termino dai suoi successori.
1611. Li 5 gennaio Mignano Amici s'annegò nel Canale di Reno, e fu sepolto nella Chiesa della Carità.
1612. Li 19 luglio fu ucciso Valdisserra Vangelisti alias Giacarino da Gio. Domenico Giamboni.
1676. Li 26 agosto si cominciò il Portico di S. Luca da M. Gio. Battista Torri, e la prima pietra fu posta da D. Lodovico Generoli.
1679. Li 9 novembre cadde un pezzo di portico della Chiesa dei Servi alle ore 4 1/2, dalla parte dei Bagarotti verso la Spezieria, senza far male ad alcuno. Fu una chiave che si strappò, e che schiantò una colonna di marmo.
1678. Li 24 dicembre fu innalzata la statua di S. Petronio in Porta Ravegnana.