Poggiale (Via del)

Denominazione moderna(2015): Via Nazario Sauro.

Guidicini.
Anticamenfe Via del Pozzale, oppure Via de’ Macinatori, Via. del Torresotto del Poggiale, ed anche Via di S. Giorgio.
La Via del Poggiale ha principio dal canto della Volta de‘ Barberi, in Via de' Vetturinì, e dirigendosi da mezzodì a settentrione termina al canale di Reno, percorrendo una lunghezza di Pertiche 97 e coprendo un area di su perficiali Pertiche 139. 93. 11. 
Sembra che la denominazione di Via del Pogqiale (in dialetto bolognese Pozzale) possa esserle derivata da un Poggio o resto di terrapieno, già parte del secondo recinto delle mura di Bologna, conservatosi lungo tempo presso il Torresotto di S. Giorgio, dal lato di ponente.
Il testamento di maestro Giacomo di Brettenoro, del 1199 - pridie kal. novembris - rogito Willelmo (Guglielmo) - a proposito di un suo legato di L. 60 bolognesi, dice: quae LX lib. bon. volo quod sint acceptae de Vinea mea de Pozzale.
Un altro rogito di Bartolomeo Pini e di Francesco Ghisilieri, in data 14 luglio 1494, così questa Via denomina: Via Pozzale o Via de’ Macinatori. Quest‘ultima denominazione proveniva dal casato d’una famiglia Macinatori che qui vi possedeva. Trovasi infatti un atto del 16 ottobre 1466, mediante il quale Giacomo Macinatori vendeva per L. 646.03 in argento una Casa di sua proprietà con annesso cortile ed orto, situata "sotto S. Giorgio, in confine della Via da due lati, di Biagio Marchesini e degli eredi di Pietro muratore". E si ha memoria di Antonio di Paolo Macinatori, Dottor in Leggi e Lettore Pubblico nell’anno 1475.



Via del Poggiale - lato destro, per chi vi entra dal canto alla Volta dei Barberi.

Tosto dopo si oltrepassa lo sbocco di Via Battissasso.

Si oltrepassa in seguito lo sbocco di Via de’ Parisi, detta anche Via Parigi.




Si oltrepassa lo sbocco di Via Larga di S.Giorgio.







Si oltrepassa lo sbocco di Via Schiavonia.



Si oltrepassa lo sbocco di Via Larga di S: Maria Maggiore
http://static.panoramio.com/photos/1920x1280/124034414.jpg


CP
Qui era il Torresotto del Poggiale, distrutto con i bombardamenti della seconda guerra mondiale. https://lh3.googleusercontent.com/-NY4itrTWBSg/VnPdfXnn3oI/AAAAAAAA858/KNYzuWWyLM8/s1600-Ic42/SKMBT_C36015121511120.jpg


Via. del Poggiale - Lato sinistro, entrandovi dalla Volta de' Barberi.



Fra lo stabile N. 711 ed il seguente segnato col N. 712, esisteva ancora verso la metà del secolo XV una Via pubblica, o piuttosto un Vicolo, che motivò il Decreto che qui integralmente riportiamo, datato 2 aprile 1465:
"Si concede al P. Priore ed ai Frati del Convento dei SS. Gregorio e Siro uniti" - (devesi intendere: S. Gregorio fuori) - "certa Via pubblica che frammezza la loro Chiesa e certe Case vicine, acciò la possano chiudere; e ciò dopo che avranno comprate dette Case dei vicini, e con queste possano ampliare la Chiesa, come si propongono".
Vuolsi che nello stabile dei Davia, tenuto per uso di stallatico, esistesse un resto della Chiesa di S. Siro estesa all’area dello stabile stesso.


Si oltrepassa lo sbocco di Via Belvedere di Borgo delle Casse.







Si oltrepassa lo sbocco della Via Maggi.



Si oltrepassa l’imbocco di Via Orbaga od Urbaga.