Villa Valmy

Via della Fornace 8-10

Fu villa della famiglia senatoria Lambertini, poi del marchese Antonio Gnudi.
François Christophe Kellermann, generale di Bonaparte e duca di Valmy (l'onorificenza gli fu conferita per la battaglia di Valmy - 20 settembre 1792 - di cui il Kellerman fu protagonista) giunto a Bologna con le truppe francesi nel 1796, si innamorò della bellissimaTeresa Gnudi, moglie del conte Filippo Aldrovandi.
Il Kellerman sposò Teresa Gnudi con rito civile ed andò ad abitare questa villa che cominciò ad essere chiamata Villa di Valmy.
Nel 1849 divenne quartier generale delle truppe austriache che assediavano Bologna e qui avvenne l'incontro tra il cardinale Carlo Oppizzoni ed il generale Wimpffen in cui vennero dettate le condizioni della resa di Bologna.
La villa subì danni durante la seconda guerra mondiale, ma fu prontamente restaurata nel dopoguerra.
Nella villa è un bell'affresco attribuito a Gaetano Gandolfi.

Fonti:
Umberto Beseghi: Castelli e Ville Bolognesi, Tamari Editori in Bologna, 1964.