Chiesa di Santa Maria della Misericordia

Cartigli

Chiesa di Santa Maria della Misericordia

Nella facciata tracce della chiesa romanica appartenente alle monache Cirtercensi. La chiesa attuale è stata ricostruita nel 1432 dagli Olivetani; il portico, alla fine del XV secolo, si deve ai frati Agostiniani Osservanti, ampliato successivamente. All'interno dipinti di Lippo di Dalmasio, Bagnacavallo, B. Cesi, Spisanelli, U. Gandolfi (1777), vetrate di F. Francia (1499) e singolare tabernacolo ligneo di Matteo Cossich detto il Tedesco (1624). 

Indirizzo:

piazza di Porta Castiglione, 4

Pietro Lamo (Graticola di Bologna)


Dalla banda di mezzogiorno, e lì appresso fuori della porta, è una chiesa delli frati Neri di S. Agostino nominata la Misericordia, all' entrar dentro a mano sinistra sopra un altare vi è una tavola dipinta da Gio. Antonio discepolo di Leonardo da Vinci, fatta a olio, dov'è una Nostra Donna, un S. Giovanni Battista, un S. Sebastiano, e il ritratto del cavaliere da Casio, e di suo padre, che la fecero fare l'anno del Giubileo MD, cosa bella. E qui appresso vi è un San Sebastiano a olio, di mano di Lorenzo Costa Mantovano, fatto del 1503. E' stato in buona venerazione un tempo. All'altar maggiore vi ha una bellissima tavola della Natività di Cristo. fatta di mano del Francia Bolognese, la quale feccia fare monsignor dei Bentivogli Bolognese, quando venne dal S. Sepolcro, e così è ritratto in quell' abito che venne Monsignore, e nel peduccio di sotto sono dipinti li tre Re Maggi a olio, di Lorenzo Costa Mantovano, bellissimi, nell'anno 1499. A mano sinistra vi è una tavola all'olio fatta dal Francia, con 7 figure, che la fece fare messer Bartolomeo Manzoli.