Certosa

Cartigli

Certosa

Il convento dei certosini venne fondato nel 1334 sul terreno donato dal giureconsulto Giovanni d'Andrea. Il cimitero venne istituito nel 1801 nei chiostri del monastero, su un'area già occupata da una delle necropoli etrusche di Felsina. Conserva vari tratti degli antichi edifici conventuali, con dipinti di Jacopo di Paolo, Giovanni da Modena, L. Massari, M. Rossi. Nelle parti ottocentesche si conservano sculture di G. de Maria, L. Acquisti, G. Tadolini, C. Baruzzi, M. Putti, P. Tenerani, L. Bartolini, V. Vela e dipinti di F. e P. Fancelli, F. Minozzi, F. Pedrini. 

Indirizzo:

via Certosa, 18

Cose Notabili:

Miscellanea Notizie Chiese e Conventi già esistenti nel Circondario di Bologna.
CERTOSA.
Sigonius De Episcopis. Bononien a pagina 137 prosegue nel suo errore di credere vescovo di Bologna Alberto Acciajoli, quando invece lo era di Cesena, e deputato di Bertrando de Tessenderio vescovo di Bologna allora assente. Si noti che la fondazione della Certosa ebbe luogo nel 1334 per Francesco di Serro della terra di Gainago diocesi di Parma e canonico di Liegi, che procurò molto denaro per tale fondazione. Vi concorse pure Giovanni Andrea illustre giurecousulto a spese del quale fu fatta la Chiesa e furono ancora fatte molte celle. Il suddetto canonico Francesco da Serro morendo lasciò erede universale questa Certosa. Il Papa nel 1360 non accordò che fosse abrogata.

https://lh3.googleusercontent.com/-fuSbYNlrmTw/Vje0eJIUQTI/AAAAAAAA5r4/XkOjZFYxWaY/s1600-Ic42/ZAA2.jpg