Calderini (Piazza de')

Piazze de' Calderini
Da via Farini a via de' Poeti.
Quartiere Santo Stefano.
Prima documentazione dell'odonimo: 1583 (Piazzola di Calderini)

Questa piazza deve il suo nome alla famiglia Calderini che ebbe il suo palazzo e le sue case sul lato di levante della piazza.
Chiamata talvolta piazza, talvolta piazzola, le lapidette del 1801 fissarono il nome in piazza de' Calderini, nome che rimase intatto fino ad oggi.
La piazza fino alla fine del XV secolo era più piccola dell'attuale, infatti alcune case della famigia Serpa, tra il palazzo Guidotti e quello Amorini, la dividevano dalla via Ponte di Ferro (vedi via Farini). Queste case arrivavano fino all'attuale numero 2 di Piazza de' Calderini. La comunicazione con il Ponte di Ferro era assicurato da un vicolo sul lato del palazzo Guidotti, che era noto come Ratta di San Domenico (Guidicini,  I,155-156).


Fonti citate in questo articolo.
GuidiciniCose Notabili della Città di Bologna ossia Storia Cronologica de' suoi stabili sacri, pubblici e privati, di Giuseppe Guidicini (scritto prima del 1837, ma pubblicato nel 1868).